Le poltroncine Gavi di Frag nello stand di Tonelli

Home, Comunicazione, Uncategorized

[:it]In occasione del Salone del Mobile 2016 lo stile di Frag impreziosisce lo stand di Tonelli con le poltroncine Gavi, contrapponendo alle trasparenze del vetro la matericità del cuoio e del metallo che costituiscono queste sedute. Gavi è una famiglia disegnata da Calvi e Brambilla composta da poltroncina, lounge e divanetto due posti dalle forme squadrate. La seduta a pozzetto, il cui rigore formale si contrappone alla morbidezza delle curve interne alla seduta, rivolge un’attenzione quasi maniacale all’equilibrio delle proporzioni, alla sobrietà della linea, alle finiture come la sezione quadrata delle gambe in acciaio, ma anche alla ricchezza dei dettagli come la precisione delle impunture. L’effetto poliedrico di Gavi, frutto di un uso più che sapiente delle cuciture, la rende morbida e al contempo “strutturata”, sottolineandone non solo la comodità, ma l’esperto approccio di Frag, che riesce a trattare il cuoio come un sottile foglio di carta, piegandolo come un prezioso origami alla complessità di un progetto iniziale, apparentemente semplice. Proprio questa semplicità permette a Gavi di inserirsi con garbo ed eleganza in diversi ambienti: spazi pubblici, privati e – come in questo caso – allestimenti.[:en]On the occasion of the 2016 Salone del Mobile, Frag’s style embellished Tonelli’s display with its Gavi chairs, juxtaposing the tangibility of glass with leather and metal, materials that constitute these chairs. Gavi is a family of products designed by Calvi e Brambilla composed of a chair, chaise longue and mini sofa with curved seats. The collection has a formal identity, which is opposed to the delicacy of its internal curves, thus turning an almost maniacal attention to the balance in its proportions, to the sobriety of the lines, and to the finishes (as the square cross section of the steel legs), as well as to the richness of the detailing.
The polyhedral effect of Gavi is the result of a wise use of stitching, making the product soft to the touch and at the same time ‘structured’. This underlines not only its comfort but also Frag’s expert approach, able to treat leather as a thin sheet of paper, folding it like a precious origami, highlighting the complexity of an initial project appearing to be simple. It is precisely this simplicity that enables Gavi to be inserted with discretion and elegance into diverse environments: public or private spaces and – as in this case – installations.
[:]